Vai al contenuto

Rolling Popcorn

Paterson

  • Luca 

Paterson
1h 58min | Comedy, Drama, Romance | 29 dicembre 2016 (Italia)

Paterson (2016) on IMDb
Golshifteh Farahani e Adam Driver in Paterson (2016)

Regia: Jim Jarmusch
Soggetto e sceneggiatura: Jim Jarmusch, Ron Padgett (poesie)
Attori principali: Adam Driver, Golshifteh Farahani, Nellie

Paterson

Paterson è un film rilassante che racconta alcuni giorni di una coppia che vive nella città di Paterson negli Stati Uniti (Paterson è sia il cognome del protagonista interpretato da Adam Driver, sia il nome della cittadina). Il protagoinista è un conducente di autobus, ma prima di tutto un poeta.
Tutte le sue poesie sono raccolte nel suo quaderno segreto. Forse per timidezza o forse per una poca autostima, a parte Laura, nessuno ha mai letto le poesie, che restano custodite dentro il quaderno.
Laura (Golshifteh Farahani) è un’eccentrica pasticcera con aspirazioni artistiche. Amante del bianco e del nero (anche troppo!), ogni giorno impiega le sue giornate a dipingere e rimodellare la casa ed i suoi vestiti e a prepararsi per la grande vendita di cupcake che ci sarà ad un mercatino della città di lì a breve.

La giornata tipo di Paterson

Il film è scandito dalle poesie (scritte per il fillm da Ron Padgett) che scrive Paterson durante le sue giornate quasi tutte uguali. Una routine che fa da sottofondo allo spirito poetico del protagonista. Ogni giorno l’autista va a lavoro, fa una conversazione minima con un collega e poi comincia il servizio. Guidando per la città, ascolta le varie conversazioni dei vari passeggeri che si alternano sull’autobus. Ogni giornata si conclude con una passeggiata con il cane di famiglia, fino al bar del quartire. Durante tutto questo, Pterson aggiunge frasi e pezzi alle proprie poesie annotandole sul suo quaderno durante la pausa pranzo o poco prima di prendere servizio.

Paterson è un film delicato e piacevole da vedere. Consigliato per una serata di relax sul divano.

La corsa
Passo attraverso
trilioni di molecole
che si fanno da parte
per lasciar passare me
mentre su entrambi i lati
altri trilioni
restano dove sono.
Le spazzole del tergicristallo
cominciano a scricchiolare
La pioggia si è fermata
Io mi fermo
All’angolo
Un bambino
Con un impermeabile giallo
Stringe la mano di sua madre

The Run
I go through
trillions of molecules
that move aside
to make way for me
while on both sides
trillions more
stay where they are.
The windshield wiper blade
starts to squeak.
The rain has stopped.
I stop.
On the corner
a boy
in a yellow raincoat
holding his mother’s hand

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *